Archivi categoria: Sport

Tutti in forma per l’estate

L’arrivo dell’estate rappresenta un momento molto importante, visto che molte persone potrebbero cercare di mantenersi in forma per affrontare, nel migliore dei modi, la bella stagione.

Ecco quale consiglio pratico per poter rimanere in forma.

Dopo l’orario d’ufficio, anche verso le sei o le sette di sera, niente è più bello di una corsa in un parco oppure in spiaggia.
Questo per un semplice fatto: il clima fresco, ma ovviamente non gelido, sarà in grado di rendere piacevole fare una piccola passeggiata, con brevi tratti accelerati, dalla durata di circa quaranta minuti.
Per prendere parte a questo piccolo esercizio bisogna ovviamente fare dello stretching prima, abituando il corpo all’eventuale sforzo fisico che si vuole compiere.
Ma la classica corsa non è di certo l’unico metodo per rimanere in forma e stare all’aria aperta: sarà anche possibile poter salire sulla propria bicicletta, per coloro che la possiedono, e fare delle lunghe pedalate la sera, sempre in zone verdi dove il traffico risulta essere assente o comunque limitato.

running
Anche in questo caso, quaranta minuti dovrebbero andare bene, soprattutto se non si pedala a gran velocità.
Per potersi tenere in forma, in entrambi i casi, è consigliato portarsi appresso una bottiglia d’acqua, per bere e rimanere idratati, ed utilizzare una tuta da ginnastica leggera oppure pantaloni corti.
Il parco giochi potrebbe essere un altro luogo dove, tenersi in ottima forma, risulta essere possibile: basta sfruttare quelle strutture dove vi sono le sbarre, che permettono di potenziare le braccia grazie a dei sollevamenti del corpo, che potranno essere effettuati in serie senza alcuna problematica.
Da aggiungere, ovviamente, che nel parco sarà pure possibile effettuare altri esercizi, quali flessioni ed addominali, soprattutto nelle zone verdi dove non vi sono giochi per piccini, ovvero nell’erba.
Sostanzialmente, nelle giornate primaverili che si allungano, sarà possibile dare libero sfogo alla propria fantasia e voglia di tenersi in forma, sfruttando diversi tipi d’esercizi che possono essere effettuati senza alcun tipo di problema.
Da ricordarsi che, per tenersi in forma, è consigliato sfruttare anche un buon regime alimentare, in maniera tale da evitare di allenarsi e tenersi in forma per nulla.

Bungee jumping, e che salto!

Quante volte ci è capitato di assistere, per televisione, attraverso documentari o servizi sul bungee jumping, a salti nel vuoto effettuati da persone definite, dalla maggior  parte della popolazione, pazze, perché capaci di saltare da un ponte o da qualsiasi altra piattaforma situata a centinaia di metri di altezza rispetto al livello della strada.
Uno sport particolare, appunto, uno sport definito estremo proprio per la sua pazza situazione, è un’attività non adatta a tutti, anzi a molto pochi, anche se sta crescendo sempre di più il numero di persone che vogliono provare il brivido di lanciarsi nel vuoto da un ponte, legati solamente da una corda elastica, e vivere un esperienza unica e spettacolare.


Il bungee jumping ha origine molto antiche, infatti, alcuni documenti dimostrano che già nei tempi più antichi nell’isola di Pentecoste, nell’arcipelago delle isole Nuove Ebridi, usavano questa attività come un rituale d’iniziazione. Ai giorni nostri, invece, molte persone effettuano questa attività per divertimento, per provare emozioni forti e sentire l’adrenalina alle stelle, negli anni ’90, infatti, fu inventato il primo elastico da lancio, anche se già negli anni ’70 le persone si lanciavano, in maniera illegale, con delle corde di caucciù non molto resistenti e sicure, ma adesso le cose sono cambiate, la sicurezza prima di tutto, ogni prodotto utilizzato per il lancio, dall’imbracatura alla corda, tutto viene sottoposto ad test di prova sulla sicurezza e solo quelli risultati positivi vengono messi in commercio ed utilizzati dai professionisti e dalle persone che vogliono provare per la prima volta questa fantastica esperienza.
Il bungee jumping consiste nell’imbracarsi ad una corda elastica lunga 22 metri e lanciarsi da un’altezza non inferiore ai 100 metri e dopo un volo libero di 25 metri, si ha il primo rimbalzo di 65 metri, avendo così un lancio totale di 90 metri, un vero concentrato di adrenalina pura, un insieme di emozioni indescrivibili che solo chi le ha vissute può capire, quindi questo è un invito a provare questa estrema ma stupenda attività, e solo dopo essersi lanciati da  un ponte potremmo dire di aver provato qualcosa di veramente unico.