Archivi categoria: ENERGIA

I vantaggi della certificazione energetica: scopri di più

La certificazione energetica di un edificio è il documento che attesta il suo rendimento energetico, che consente quindi ad un utente di stimare quelli che potrebbero essere i costi di gestione collegati al riscaldamento, ed in alcuni casi anche al raffrescamento, dell’abitazione. La ACE, Attestato di Certificazione Energetica, contiene indicazioni circa la prestazione energetica globale dell’edificio, cioè una stima del consumo annuo, espresso in kwh per metro quadro, per la produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento ed il raffrescamento dell’edificio; le emissioni di anidride carbonica; l’energia esportata; la classe energetica.

La certificazione energetica è obbligatoria in caso di compravendita o di affitto di edifici o di singole unità abitative; per avere diritto alla detrazione del 55% sul reddito irpef per ristrutturazioni cosiddette importanti, cioè quando insistono su oltre il 25% della superficie dell’involucro dell’edificio; per poter pubblicizzare un annuncio immobiliare.


L’ACE può essere compilata e registrata al Catasto Energetico Nazionale da un certificatore energetico, che di solito è un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti, quindi un architetto, un ingegnere o un geometra.
Il vantaggio fondamentale di una certificazione energetica è quello di rendere più trasparente il mercato immobiliare; infatti il futuro acquirente, o locatario, attraverso l’ACE potrà conoscere con notevole precisione quanto dovrà spendere per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda dell’abitazione che ha scelto.
E’ implicito quindi che immobili con consumi energetici bassi, quindi con una classe energetica alta, abbiano un valore superiore ad altri con una classe energetica più bassa; infatti l’utente riceverà bollette di importo contenuto ed allo stesso tempo godrà dei maggiori confort di una casa costruita in base alle migliori regole dell’edilizia ad alto risparmio energetico. Una conseguenza importante è l’incremento della costruzione di edifici ad alto rendimento energetico e l’aumento degli interventi migliorativi sugli edifici già esistenti.
Il costo di una certificazione energetica varia a seconda della città e delle caratteristiche dell’unità immobiliare da certificare, e può variare in media tra i 150€ ed i 300€. Sicuramente più onerose sono le sanzioni: un certificatore energetico che rilascia un ACE non veritiero, oppure non conforme alla normativa vigente in materia, rischia multe tra i 700€ ed i 4.200€; se un annuncio immobiliare non contiene indicazione dei parametri energetici, il venditore o il locatore rischia dai 500€ ai 3.000€ di multa, se invece l’immobile venduto o affittato è privo di certificazione, la sanzione può variare dai 1.000€ ai 18.000€.